FONDO
10/04/2018

D'Agostino e Fontana, lampi tricolori

Due medaglie e due primati regionali demoliti ai campionati italiani indoor di fondo: argento nei 5000 metri per l'agrigentino dell'Eidos, bronzo nei 3000 per la messinese dell'Ulysse

D'Agostino e Fontana, lampi tricolori
Due medaglie e due record regionali demoliti: è lunsinghiero il bilancio della spedizione siciliana ai campionati italiani indoor di fondo svoltisi a Riccione l'8 e il 9 aprile.

Cinque i tesserati di società siciliane che a Comiso, a suon di primati regionali, avevano staccato il pass per l'importante appuntamento nazionale: c'erano quindi tutte le premesse per un campionato da protagonisti, e così è stato.

Nella prima giornata di gare, le categorie Juniores, Cadetti e Seniores si sono date battaglia sulla distanza dei 5000 metri. La prova maschile Assoluti ha visto in acqua il campione regionale indoor Andrea D'Agostino (1999, Eidos), che ha condotto la sua serie con autorevolezza fin dalle prime bracciate, tenendo la testa della gara fino ai 3800 metri.

Solo nell'ultimo chilometro l'atleta allenato da Paolo Filorizzo ha ceduto il passo a Pierandrea Titta (P. Radici Nuoto), conquistando l'argento tra i Cadetti e concludendo al primo posto tra i nati nel 1999 (nella foto il podio).

Grazie alla coraggiosa condotta di gara e ad uno stato di forma eccellente, D'Agostino ha abbassato di oltre un minuto il record regionale assoluto stabilito a Comiso, portando il nuovo limite a 54'45"97, un tempo di assoluto rispetto.

Sulla stessa distanza era impegnato anche Davide Marchello, messinese ex Ulysse oggi in forza all'Aurelia Nuoto Unicusano, che ha chiuso settimo tra gli Juniores e secondo tra i nati nel 2001 col tempo di 56''19"63.

Il secondo giorno di gare è stato dedicato ai 3000 metri della categoria Ragazzi. Tra le 2004, la Sicilia schierava al via la campionessa e primatista regionale Giulia Fontana (Ulysse), ammessa di diritto quale vincitrice della passata edizione e accreditata al via del terzo tempo col 36'39"40.

La Fontana, recente vincitrice dei 400 metri stile libero ai Criteria, è stata protagonista di un'altra grande prestazione, abbassando il proprio record di 35" e conquistando il terzo gradino del podio alle spalle di Vittoria Nicora (Piave Nuoto) e Alessia Ossoli (GAM Team Brescia). Il tempo di Giulia, 36'04"70, lascia ben sperare per il passaggio alla distanza più lunga nella prossima stagione.

Buona la prestazione anche del sedicenne Dario Conti (Altair, 2002), che nei 3000 metri riservati ai Ragazzi ultimo anno ha chiuso al 25mo posto, migliorando con 35'20"70 il tempo ottenuto a Comiso che gli era valso il pass per gli Italiani.

Con l'appuntamento di Riccione si chiude la fase invernale del nuoto di fondo, disciplina alla quale la Sicilia fornisce ormai un consolidato apporto di talenti e di risorse tecniche ed organizzative. Il prossimo collegiale regionale, in programma a Messina a fine mese, rappresenterà anche l'occasione per porre le basi della nuova stagione in acque libere, alla quale il nuoto agonistico siciliano reciterà come sempre un ruolo da protagonista.

 

Articoli correlati

Indietro

Top Prenota un appuntamento a FIN SICILIA