FONDO
03/04/2017

E' una Fontana d'oro

Grande exploit della nuotatrice dell'Ulysse ai tricolori indoor di fondo: primo posto nei 3000 metri Ragazze con record regionale di categoria. Primato Ragazzi per Marchello, ottimo 4°

E' una Fontana d'oro

Con tre atleti presenti allo Stadio del Nuoto di Riccione, la Sicilia ha interpretato un ruolo da protagonista assoluta ai Campionati Italiani Indoor di Fondo, in un'edizione dal livello tecnico particolarmente elevato: basti pensare al nuovo record italiano juniores ottenuto sui 5000m dal campano Iaccarino battendo il tempo ottenuto da Paltrinieri nel 2011.

Nella giornata conclusiva si assegnavano gli ultimi quattro titoli nazionali, riservati alle categorie Ragazzi sulla distanza dei 3000 metri. Su tutte, spicca la prestazione eccezionale della messinese Giulia Fontana (a.s.d. Ulysse), che partendo dal settimo tempo di qualifica ottenuto ai Regionali di Comiso, ha letteralmente dominato la propria gara laureandosi campionessa italiana nei 3000 metri anno 2004.

La prestazione della Fontana, unica tra le pari età a scendere sotto il muro dei 37', è maturata attraverso una condotta di gara fatta di potenza e intelligenza. Rimasta fino ai 1700 metri in terza posizione, ha cominciato via via a ridurre le distanze, raggiungendo prima la spezzina Martina Amalfitano, per poi passare in testa dopo altri duecento metri davanti alla favorita Lisa Maria Iotcu (Delphinia Team Piceno), accreditata del miglior tempo di iscrizione, incrementando il proprio vantaggio di vasca in vasca. 

Sul traguardo Giulia ha fatto registrare il nuovo record regionale Ragazze con 36'55"24, staccando di ben 17 secondi il duo delle inseguitrici e salendo così, prima siciliana nella storia del Fondo Indoor, sul gradino più alto del podio per ricevere la medaglia d'oro dal commissario tecnico della nazionale giovanile Roberto Marinelli (foto).

La prestazione della nostre ragazze nei 3000 metri è stata completata da un'eccellente prova di Martina Teatino tra le nate nel 2003. L'atleta dell'Altair, campionessa regionale a Comiso, ha migliorato il proprio tempo di qualifica, risalendo dal ventesimo al sedicesimo posto con un buon 37'51"60.

Tra i maschi, nuova conferma per l'altro alfiere dell'a.s.d. Ulysse Messina, Davide Marchello, che sfiora il podio conquistando un prestigioso quarto posto tra i Ragazzi 2001, preceduto solo dai tre talenti della Nazionale Giovanile - della cui rosa lo stesso Davide fa parte - Michele Sassi (Aquarius Piscina Canosa), Alessio Fiorani (Team Osimo) e Andrea Filadelli (Andrea Doria). Con un'ottima prova che lo ha visto guadagnare una posizione rispetto al quinto tempo di qualifica,  superando l'argento agli Europei Junior in acque libere Samuele De Rinaldi, Marchello migliora anche l'ottavo posto agli Indoor 2016. Il tempo di Davide, 33'28"78, migliora di 24" il primato regionale da lui stesso ottenuto un mese fa a Comiso.

"Il titolo italiano della Fontana e le eccellenti prestazioni dei nostri ragazzi sono la conferma di un percorso intrapreso anni fa, quando puntare sul Fondo sembrava quasi una scommessa - ha commentato il presidente della Federnuoto Sicilia, Sergio Parisi - Questi risultati ci spingono a sostenere ulteriormente un settore nel quale gli atleti siciliani hanno dimostrato di non essere secondi a nessuno, e ci incoraggiano ad affrontare con entusiasmo ancora maggiore la stagione in acque libere che si aprirà con i Campionati Italiani di Bracciano, nella quale le gare del Grand Prix Sicilia Open Water promosso dal nostro Comitato Regionale offriranno ai nostri atleti la possibilità di mettersi ulteriormente in luce".

Articoli correlati

Indietro

Top Prenota un appuntamento a FIN SICILIA