PALLANUOTO
03/09/2018

Grande Sicilia: 4 etnee vicecampioni del mondo

Riccioli e Santapaola (Ekipe), Maimone (Torre del Grifo) e Amedeo (Wp Messina) argento ai mondiali Under 18 di Belgrado. Condemi (Nuoto Ct) 5° con gli azzurrini ai campionati iridati. Parisi: "Sempre al top"

Grande Sicilia: 4 etnee vicecampioni del mondo
Non finiscono mai le gioie per la pallanuoto siciliana. L’ennesima conferma della qualità della nostra scuola arriva da Belgrado, sede dei mondiali Under 18 femminili.

Nell’Italia vicecampione del mondo figurano ben quattro talenti catanesi (foto): la mancina Isabella Riccioli e l’attaccante Roberta Santapaola dell’Ekipe Orizzonte, il portiere Teresa Maimone di Torre del Grifo e il centroboa Giorgia Amedeo, scuola Orizzonte, lo scorso anno in forza alla Waterpolo Messina.

Un poker d’argento che giunge al termine di una entusiasmante cavalcata cominciata chiudendo al secondo posto la fase a gironi in virtù delle vittorie contro Canada (15-13) e Serbia (12-8) e della sconfitta con la Spagna (6-13).

La travolgente affermazione sull’Uzbekistan negli ottavi (25-4) ha fatto da prologo a un doppio capolavoro: i successi contro due favorite come gli Usa (7-6) nei quarti di finale e l’Australia (7-5) in semifinale.

La formazione guidata da Paolo Zizza si è fermata solo in finale, persa peraltro solo di strettissima misura contro la Spagna (7-8) al termine di un lungo testa a testa nel quale spicca la tripletta della Riccioli.

In ambito internazionale, la Sicilia si fa notare pure tra i maschi. Merito di Andrea Condemi, promessa della Nuoto Catania, convocato in azzurro per i mondiali Under 18 disputati a Szombathely, in Ungheria.

L’Italia si è piazzata quinta realizzando ben cento gol in otto gare. Tre i sigilli di Condemi nell’arco di un cammino che ha visto la squadra allenata da Carlo Silipo classificarsi seconda nella fase a gironi battendo Usa (9-8), Uzbekistan (27-8) e Nuova Zelanda (15-8) e perdendo solo con la Croazia (11-12).

Superata la Russia per 10-9 agli ottavi, gli azzurrini hanno ceduto per 9-6 alla Serbia nei quarti andando poi a prendersi il quinto posto con le vittorie contro Australia (12-6) e Croazia (15-13 dopo i rigori).

“Quando si parla di pallanuoto e di talenti, la Sicilia c’è sempre – rileva il presidente del comitato regionale della Federnuoto, Sergio Parisi – Vedere quattro delle nostre ragazze laurearsi vicecampioni del mondo Under 18 ci dà un ulteriore riscontro di come il movimento sappia mantenersi su alti livelli grazie a competenze e professionalità indiscutibili. La convocazione di Condemi nella selezione maschile completa un quadro di eccellenza che deve renderci fieri. Complimenti a tutti i nostri azzurrini e alle loro società: il lavoro fatto bene paga sempre”.

E giusto per restare in tema di promesse, all’orizzonte ecco profilarsi la fase finale del Trofeo delle Regioni maschile, riservato agli atleti nati nel 2004 e anni seguenti. La rappresentativa siciliana (la lista dei convocati è on line sul nosto sito), affidata a Renato Caruso, sarà in acqua dal 6 al 9 prossimi al polo natatorio federale di Ostia. In bocca al lupo, ragazzi. 

 

Articoli correlati

Indietro

Top Prenota un appuntamento a FIN SICILIA